Recanati cosa fare e vedere in un pomeriggio
Marche | Viaggi con il cane

Recanati cosa fare e vedere in un pomeriggio

28 Maggio 2023

Se volete visitare Recanati ma non avete molto tempo da dedicarle non dovete preoccuparvi, in questo articolo vi propongo una selezione di cose da fare e vedere in un pomeriggio. L’itinerario che vi propongo è più che altro una passeggiata di qualche ora nella città in cui tutto parla del suo più illustre abitante: Giacomo Leopardi. E’ un itinerario pet friendly che potete prendere in considerazione anche se con voi viaggia un cane.

Dove parcheggiare l’auto

Recanati sorge su un colle ed i parcheggi limitrofi al centro storico sono tutti a pagamento. Avete due alternative: i parcheggi in strada con parcometro oppure il Park 2.0, un parcheggio coperto dove si paga la sosta a fine permanenza. Noi abbiamo scelto quest’ultimo perché non sapevamo esattamente quanto tempo saremmo stati in città. Il costo è di circa 1,30 €/h.

Cosa fare e vedere in un pomeriggio

Recanati, la “città dell’Infinito”, deve la sua fama al fatto di essere la città natale del grande scrittore italiano Giacomo Leopardi. In città, infatti, ogni piazza e ogni palazzo ricorda una parte della sua vita o le sue poesie più famose.

Piazza Leopardi

La vostra passeggiata a Recanati quasi sicuramente avrà inizio in Piazza Leopardi, una piazza piastrellata dove si affacciano i principali edifici civici della città. La Torre Civica alta 40 metri che è stata ristrutturata di recente e l’ottocentesco Palazzo del Comune, la trecentesca Chiesa di San Domenico e, al centro, la Statua di Giacomo Leopardi che, costruita nel 1898, commemora il grande poeta italiano.

Recanati cosa fare e vedere in un pomeriggio
Piazza Leopardi

Via Cavour, la via principale di Recanati

Da Piazza Leopardi imboccate la lastricata Via Cavour, una stretta strada dove si affacciano alti palazzi in mattoni di epoca rinascimentale. Questa è una delle arterie principali del centro storico e qui si possono trovare diverse botteghe artigianali e di prodotti tradizionali.

Superato il Teatro Persiani e la piccola Chiesa di San Michele troverete alla vostra sinistra il cortile di Palazzo Venieri con una piccola torre con l’orologio e un balcone panoramico che si affaccia sulla campagna circostante.

Procedete ancora sulla stessa via ed ecco uno dei primi “luoghi di Leopardi”: la Torre del Passero Solitario.

Torre del Passero Solitario
Torre del “Passero Solitario”

Casa Leopardi

Lasciata Via Cavour, imboccate Via Roma e dopo un centinaio di metri vi troverete nella Piazzuola Sabato del Villaggio dove si affaccia la Chiesa di S. Maria di Montemorello del XVI secolo e la Casa Leopardi.

Informazioni utili
  • Ingresso a pagamento: € 20,00 (include biblioteca + abitazione + museo);
  • Orari: 9-18 tutti i giorni;
  • Tempo per la visita: 45 minuti (visita guidata) + almeno 20 minuti per visitare il museo in autonomia;
  • Sito ufficiale: cliccate qui per consultare orari e tariffe aggiornate;
  • Cani non ammessi.
La Casa Leopardi

Questa è la casa costruita da Monaldo Leopardi per la sua numerosa famiglia e qui Giacomo ha vissuto dal 1798 al 1837. Egli studiava assieme ai suoi nove fratelli sotto la supervisione del rigido padre. È dalla finestra della biblioteca del padre che Giacomo Leopardi passò anni di “studi matti e disperatissimi” e dove trasse ispirazione per scrivere “Il Sabato del Villaggio” e “A Silvia”.

Noi non siamo entrati a visitarla perché il cane non era ammesso e non avevamo abbastanza tempo a disposizione per visitarla alternati.

Recanati cosa fare e vedere in un pomeriggio
Casa Leopardi

Il Monte Tabor, il “Colle dell’Infinito”

Da Piazzuola Sabato del Villaggio imboccate l’alberata Via Monte Tabor, superate i Resti Lapidei della Tomba di Giacomo Leopardi e percorrete lo stretto viale sterrato: da un lato una mura in mattoni dall’altro la fitta boscaglia. Arrivati in cima, dopo circa 5 minuti, troverete una targa che riporta l’incipit della poesia più famosa di Leopardi che è anche una delle più belle della letteratura italiana:

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,

e questa siepe che, da tanta parte

de l’ultimo orizzonte il guardo esclude.

Giacomo Leopardi

Il Monte Tabor dalla sua modesta altezza di 296 metri regala una vista panoramica sulla campagna e le colline che circondano Recanati ma anche sul centro storico perché il borgo si sviluppa sul fianco del colle formando una sorta di mezzaluna.

Recanati cosa fare e vedere in un pomeriggio
Colle dell’Infinito

E voi siete mai stati a Recanati? Avete domande da farmi o volete raccontarmi la vostra esperienza? Scrivetemi nei commenti oppure mandatemi una email, sarò contenta di rispondervi 😊!

Vi è stato utile questo articolo? L’avete trovato interessante? Condividetelo sui social 😉!

Cercate ispirazione per un viaggio? Trovate tutti gli itinerari cittadini e on the road del blog qui: Mappa dei Post

Viaggiate con un cane al seguito? Trovate tutti gli itinerari e i trekking a 4 zampe del blog qui: Viaggi e Trekking con il Cane

Vi potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *